Blog

Recupero degli anni scolastici

Recupero degli anni scolastici

14 settembre 2020

Come può uno studente condensare due o tre anni in uno?

Siamo certi che chiunque prima o poi si sia chiesto come sia possibile recuperare più anni in uno, soprattutto gli studenti (o i loro genitori!) che, per una cosa o per l’altra, si sono ritrovati a perdere qualche anno di scuola.

Ci rendiamo conto che spesso c’è una certa diffidenza nei confronti di questo metodo, e ci piacerebbe fare un po’ di chiarezza su come viene affrontato questo tipo di percorso e su quali siano i vantaggi.

Quindi, venendo al sodo, come è possibile recuperare due o tre anni in uno senza perdere pezzi di programma per strada?

Recuperare più anni in uno: ottimizzazione dei tempi

In realtà non c’è nessuna formula magica fa recuperare degli anni, si tratta solo di una migliore ottimizzazione di tempo e risorse.
Vediamo nello specifico cosa permette di poter condensare più anni in uno solo:

  • ●  Classi piccole, con pochi studenti (in generale da 4 a 8 studenti per classe): in questo modo si risparmia tempo che nella scuola pubblica viene dedicato ad esempio alle interrogazioni di tutti gli studenti, alla correzione di compiti, alla ripetizione di argomenti perché una parte della classe è rimasta indietro… insomma, in una scuola privata con piccole classi vengono meno molti di quegli elementi che solitamente fanno perdere tempo prezioso, tempo impiegato invece per andare avanti col programma.

  • ●  Insegnanti che seguono personalmente gli studenti: è responsabilità dei docenti fare in modo che gli studenti apprendano in classe e che imparino soprattutto un metodo di studio per diventare autonomi. Per questo consideriamo i nostri docenti dei “tutor” per gli studenti, accompagnandoli e aiutandoli a crescere nel percorso di studi.

  • ●  Possibilità di personalizzare i percorsi scolastici (che la scuola statale non permette): in una scuola privata è lo studente ad essere al centro e non il programma, così ogni percorso è disegnato specificamente sulle esigenze di ogni allievo.

Come funziona il recupero degli anni scolastici

Ma come funziona in sostanza il recupero degli anni scolastici? Ecco alcuni accorgimenti che mettiamo in pratica per far sì che il metodo sia efficace e che porti ad ottenere i giusti risultati!

  1. Insegnamento del metodo di studio: prima di insegnare concetti e nozioni, gli insegnanti forniscono un metodo per apprendere in modo rapido ed efficace.

  2. Personalizzazione del piano orario: trattandosi di scuola privata, il piano orario non deve sottostare alle rigide indicazioni del ministero, dunque si possono personalizzare i percorsi di studio degli studenti in base alle loro lacune. Ad esempio, se un ragazzo deve recuperare latino del 3° e 4° anno di liceo, si possono aumentare le ore di latino e diminuire quelle di un’altra materia dove è più avanti.
    Di fatto il piano orario di una scuola privata è individuale, personalizzato per ciascuno studente.

  3. Recupero cronologico per dare le basi agli studenti: tutte le materie vengono recuperate nel giusto ordine, altrimenti sarebbe impensabile, per esempio, capire qualcosa del programma di Matematica del 4° anno senza le basi del 3° anno. Buona parte del programma è un recupero di nozioni apprese durante gli anni precedenti, perciò gli insegnanti possono condensare il programma di più ore in meno tempo.

  4. Maggiore rilevanza è data alle materie caratterizzanti l’indirizzo di studi: le materie principali del percorso scolastico vengono approfondite maggiormente rispetto alle altre. A fine anno le competenze acquisite dagli studenti devono essere perfette, perché sono la base per andare avanti nello studio. Questo ovviamente non significa che le materie secondarie vengono trascurate, ma solo che vengono trattate nei loro aspetti essenziali.

  5. Esercizi mirati in classe: spesso la paura è quella di ritrovarsi con un sacco di cose da studiare autonomamente a casa. In realtà questo non avviene, perché la nostra scuola fa lavorare preferibilmente lo studente in classe, con esercizi specifici per verificare la padronanza degli argomenti.

  6. Esame di idoneità alla fine dell’anno recuperato: a fine anno, per passare al successivo, si deve sostenere un esame di idoneità che verifica le effettive competenze. Se, per esempio, si recuperano il 2° e il 3° nello stesso anno, si dovrà sostenere l’esame di idoneità al 4° anno. Questo esame viene svolto presso una scuola paritaria con cui il Centro Studi Manzoni collabora e, se durante l’anno scolastico lo studente ha lavorato bene, viene superato agevolmente.

studentessa stressata troppi compiti

Il recupero parte dalla motivazione e dagli interessi

Quando uno studente arriva presso il nostro Istituto chiedendo di recuperare più anni in uno, per prima cosa approfondiamo i suoi interessi e la sua motivazione. Spesso risulta che la scelta di un indirizzo poco adatto allo studente è alla radice dei problemi scolastici. Per questo non è raro che si valuti assieme allo studente se valga la pena cambiare percorso di studi (ad esempio: se non sei portato per la matematica e ti interessa invece la psicologia, perchè non trasferirsi dal Liceo Scientifico al Liceo Scienze Umane?).
Non ci dilunghiamo sul procedimento per cambiare scuola, per approfondirlo vi rimandiamo al precedente articolo sul blog.

Il trasferimento ad un altro indirizzo sarebbe molto difficile in una scuola statale, poiché lo studente dovrebbe passare l’estate sui libri per sostenere a settembre un esame di integrativo davvero ostico, dimostrando di aver recuperato tutte le materie. Invece al Centro Studi Manzoni inseriamo il recupero delle materie nel corso dell’anno scolastico, distribuendole nel programma di studi. In questo modo lo studente apprende pian piano le basi e recupera le materie senza quasi accorgersene.

Come funziona la maturità nel recupero degli anni scolastici

Il Centro Studi Manzoni offre due soluzioni per l’esame di maturità:

  1. sostenere la maturità da esterno nella scuola statale;
  2. sostenere la maturità da interno presso una scuola paritaria.

Nel primo caso lo studente affronta l’esame assieme agli studenti della scuola statale, entrando come esterno dopo aver sostenuto l’esame preliminare per l’ammissione.
Nella seconda soluzione, che consigliamo, lo studente può svolgere l’esame di maturità come tutti gli altri studenti, ottenendo la stessa qualifica che otterrebbe con l’esame della scuola statale.

Vi abbiamo convinti ma avete ancora dei dubbi sul recupero degli anni scolastici?
Non esitate a contattarci al numero 0461-263671 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e come sempre vi aspettiamo sulla nostra pagina Facebook!