Blog

Come prendere appunti a mano in modo rapido ed efficace

Come prendere appunti a mano in modo rapido ed efficace

19 ottobre 2020

Tutto quello che ti serve per diventare un pro degli appunti!

Nello scorso articolo abbiamo parlato di quanto sia efficace prendere appunti a mano con carta e penna, ma come facciamo ad evitare di diventare meri stenografi e ad imparare a prendere appunti in modo davvero efficace?

Abbiamo pronti per te alcuni suggerimenti per diventare un vero pro degli appunti (per intenderci: quello che poi li deve passare a tutti!), partendo dal metodo più diffuso nei College americani.

metodo cornell prendere appunti a mano scuola

Il metodo Cornell

Questo metodo è stato sviluppato dal Dr. Walter Pauk della Cornell University (da qui il nome). Si tratta di un sistema molto usato per fare annotazioni durante una lezione o una lettura e per ripassare e memorizzare facilmente quanto appuntato.
Ma come funziona?

La pagina è divisa in quattro sezioni: una riga in alto per titolo e data, una in fondo e due colonne al centro. Il 30% della larghezza deve essere mantenuto nella colonna di sinistra, mentre il restante 70% per la colonna di destra. Tutte le note della lezione vanno nella colonna principale dedicata agli appunti, a destra. La colonna più piccola sul lato sinistro è per commenti, domande o suggerimenti sulle note effettive. Al termine della lezione, riassumi nella sezione “sommario” le idee principali della pagina, accelerando così il tuo processo di revisione e studio.

Quindi, riassumendo:

  1. Titolo e data
  2. Colonna più stretta per commenti, domande, note
  3. Colonna più larga per gli appunti
  4. Riassunto della lezione

Online puoi trovare anche dei tool che ti aiutano a preparare i fogli per prendere appunti con il metodo Cornell, qui te ne suggeriamo uno

mappe mentali metodo prendere appunti

Le mappe mentali

Abbiamo già parlato qui delle mappe mentali e di quanto siano efficaci per schematizzare e memorizzare meglio il contenuto della lezione.

Le mappe aiutano ad organizzare gli appunti suddividendoli in rami, permettendoti di stabilire relazioni tra gli argomenti che partiranno da quello principale e si divideranno poi in argomenti secondari o di approfondimento.

Rispetto agli altri metodi, le mappe aiutano soprattutto perché aiutano l’apprendimento sfruttando la tua memoria visiva.

 metodo outline method appunti scolastici

The Outline Method

L’Outline Method è molto efficace e versatile, ma funziona meglio se la lezione è strutturata in modo chiaro e lineare. Il suo punto di forza è quello di organizzare gli appunti in maniera molto strutturata, risparmiando tempo in revisioni e modifiche.

Ma come si mette pratica?

L’Outline Method consiste nella creazione di una struttura a scalare con l’utilizzo di un elenco puntato che rappresenta i diversi argomenti e i relativi sottoargomenti.
Si iniziano a scrivere gli argomenti principali all’estrema sinistra del foglio e si aggiungono poi i relativi argomenti secondari in basso usando i rientri. Questo consentirà di individuare facilmente i macroargomenti e di poter ripercorrere gli appunti presi con maggior velocità.

E se questi metodi vi sembrano troppo impegnativi, niente paura! Ecco qui sotto qualche trucco che vi può aiutare senza impiegare necessariamente un metodo specifico!

Alcuni suggerimenti per prendere efficacemente appunti a mano

  1. Usa delle abbreviazioni: la tachigrafia, una tecnica di scrittura veloce con l’uso di simboli e abbreviazioni, è nota sin dall’antichità. Con tutti i messaggi telefonici che scriviamo ormai siamo bravissimi a contrarre le parole, allora perché non farlo anche sulla carta? “Comunque” può diventare “cmq”, “perché” può diventare una x accentata (x’), “attraverso” può essere sostituito da “con”, “massimo” da “max” e così via.
  2. Scrivi frasi brevi anche senza congiunzioni: gli appunti non sono un tema di italiano!
  3. Usa frecce, elenchi puntati, cerchia le parole chiave, sottolinea con diversi colori: insomma, fai tutto quello che è necessario per far sì che già dai tuoi appunti si possano scremare gli argomenti principali da quelli di approfondimento.
  4. Usa dei simboli che ti aiutino ad individuare con facilità rilevanza e connessione degli argomenti, ad esempio un punto di domanda per i passaggi che devi approfondire, due barre laterali per quelli più importanti o un asterisco per collegare un concetto ad un altro.
  5. Alterna maiuscolo e minuscolo per dare maggiore o minore rilevanza: se il titolo dell’argomento ha la stessa dimensione del testo, sarà più difficile da individuare.

Infine, un ultimo appunto: ricorda che la forma non è importante, non ti preoccupare troppo delle virgole o della coniugazione dei verbi. Punta piuttosto sulla chiarezza (per te!) dei contenuti e scrivi degli appunti che assomiglino il più possibile al tuo schema mentale!

Ora che la scuola è iniziata non vediamo l’ora di sentire se siete riusciti a mettere in pratica i nostri suggerimenti! Come sempre vi aspettiamo per parlarne nei commenti sulla nostra pagina Facebook.

CONTATTACI

Per maggiori informazioni sui nostri corsi di diploma e sul recupero anni scolastici.