Blog

L'educazione civica a scuola

L'educazione civica a scuola

07 luglio 2022

Perché studiarla e quali sono le differenze con gli altri paesi europei.

L’Educazione Civica da qualche anno è tornata ad essere una materia scolastica obbligatoria nelle scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia fino alla scuola secondaria di secondo grado. È una materia trasversale che tocca tutte le discipline ed è fondamentale per conoscere diritti e doveri di ogni cittadino.

Perché è importante studiare Educazione Civica

Il ritorno dell’Educazione Civica a scuola rappresenta una grande opportunità per tutti: grazie a questa materia, ogni cittadino può diventare componente attiva nella gestione del paese e conoscere e applicare i diritti di tutti. Insegna, infine, qual è il nostro posto nel mondo e quale quello degli altri, promuovendo il rispetto e la tolleranza.

L’obiettivo dello studio dell’Educazione Civica è quello di dare gli strumenti per conoscere i propri diritti e doveri, di formare cittadini responsabili e attivi che partecipino con consapevolezza alla vita civica, culturale e sociale della loro comunità.
In un mondo sempre più digital e smart, l’Educazione Civica ha anche lo scopo di fornire le competenze per utilizzare consapevolmente e responsabilmente i nuovi mezzi di comunicazione e gli strumenti digitali, di promuovere lo sviluppo del pensiero critico e di mettere in guardia rispetto ai possibili rischi connessi all’uso dei social media e alla navigazione in rete.

Gli oggetti di studio dell’Educazione Civica

Gli aspetti attorno a cui ruota l’insegnamento dell’Educazione Civica sono sostanzialmente tre:

  • Lo studio della Costituzione: per la conoscenza, la riflessione sui significati e la pratica quotidiana del dettato costituzionale
  • Lo sviluppo sostenibile e l’educazione ambientale: per una convivenza più serena e per la salvaguardia del pianeta
  • La cittadinanza digitale: per utilizzare responsabilmente i mezzi di comunicazione digitali

Lo scopo del suo insegnamento, come abbiamo visto, è fare in modo che gli studenti possano imparare principi come il rispetto dell’altro e dell’ambiente che li circonda, utilizzino linguaggi e comportamenti appropriati quando sono sui social media o navigano in rete e comprendano l’importanza della tutela del patrimonio e del territorio, rivolgendo lo sguardo agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile.

L'educazione civica nel resto d'Europa

L’educazione alla cittadinanza fa parte dei programmi nazionali dell’istruzione generale in tutti i paesi.
Anche gli altri paesi europei hanno curricoli scritti e pensati per sviluppare una serie di competenze, tra cui quelle relative all’interazione efficace e costruttiva con gli altri, all’agire in modo socialmente responsabile, all’agire democraticamente e allo sviluppo del pensiero critico, includendo allo stesso tempo responsabilità personale, cooperazione e comunicazione a tutti i livelli di istruzione.

Nei paesi europei, l’insegnamento dell’Educazione Civica si articola sostanzialmente in tre modalità:

  1. Come materia a sé stante
  2. Integrata in materie obbligatorie o aree di apprendimento più ampie, come le scienze sociali o lo studio delle lingue
  3. Trattata come obiettivo cross-curricolare che tutti gli insegnanti devono perseguire

Quest’ultimo punto pare essere il più utilizzato, rendendo l’insegnamento di questa materia trasversale e di competenza di tutti gli insegnanti durante il percorso scolastico.

estonia capitale stato

I paesi europei che investono di più sullo studio dell’Educazione Civica

​​Quasi tutti i paesi che fanno parte dell’Unione Europea tengono molto in considerazione lo studio di questa disciplina, ma ci sono alcuni paesi che investono molto nel suo insegnamento. Ecco quali!

I “virtuosi” dell’educazione alla cittadinanza sono Estonia, Francia, Slovacchia e Finlandia, dove viene insegnata come materia a sé stante, per ogni anno scolastico, per un minimo di sette e un massimo di dodici anni scolastici. 

All’estremo opposto troviamo Croazia, Cipro e Turchia, che prevedono il suo insegnamento solo per un anno dell’istruzione e con un numero di ore molto ridotto rispetto ai colleghi francesi o finlandesi.

Qui, se ti abbiamo incuriosito, puoi trovare un elenco molto dettagliato di come viene insegnata negli altri paesi.

Nella tua scuola viene insegnata l’Educazione Civica? Senti di aver imparato a essere più consapevole del mondo che ti circonda?

Se ti va, raccontaci la tua esperienza nei commenti su Facebook!

CONTATTACI

Per maggiori informazioni sui nostri corsi di diploma e sul recupero anni scolastici.