Blog

Come andare bene nei temi di italiano

Come andare bene nei temi di italiano

07 marzo 2022

Come trovare le parole giuste per superare la prossima verifica di italiano.

Panico da tema di italiano?

Horror vacui? Timore di non avere niente da dire?

Ci siamo passati tutti, è normale. Però esistono dei piccoli accorgimenti per riuscire sempre a trovare le parole giuste e soprattutto a metterle in sequenza nell’ordine corretto.

Per scrivere bene, bisogna leggere tanto

Leggi e ti si aprirà un mondo. Sì, sembra una banalità e sicuramente lo hai sentito fin dai primi anni di scuola, ma leggere amplia il tuo vocabolario, ti permette di scoprire termini nuovi, diversi modi di costruire le frasi e soprattutto ti darà idee e spunti per quando sarai a corto di argomenti.

Insomma, leggere fa bene allo spirito e anche ai tuoi voti in italiano, provare per credere!

Ma leggere non basta. Ogni tema che si rispetti deve essere scritto secondo alcune regole che ti permettono di costruire un discorso che abbia un filo logico.

Sai quali sono?

  • Introduzione, ovvero un piccolo incipit in cui si chiarisce quale sarà l’argomento del tema
  • Svolgimento, la parte centrale, quella più corposa, in cui si possono argomentare le proprie idee e in cui si racconta nello specifico l’argomento dell’elaborato
  • Conclusione, in cui si riassume quanto detto e si chiude il cerchio iniziato nell’introduzione

Tutto qui? Beh, non proprio.

Da cosa è composto un buon tema di italiano

Un buon tema deve avere altri tre requisiti:

  1. Una forma corretta
    Significa che deve essere corretto sia nella grammatica, che nell’ortografia e nella costruzione delle frasi. Errori, ripetizioni continue degli stessi vocaboli, uso scorretto della consecutio temporum (la concordanza dei tempi verbali) o punteggiatura inserita a caso non sono ammessi. Può capitare, certo, ma meglio di no!
  2. Un buon contenuto
    I latini dicevano “Rem tene, verba sequentur”: se conosci l’argomento, sarà più facile trovare le parole per descriverlo. E avevano ragione. Un buon contenuto si riconosce subito, è chiaro, ha una sua logica e non si perde in passaggi intricati.
  3. Una struttura solida
    Lo abbiamo visto anche prima, un tema generalmente è composto da introduzione, svolgimento e conclusione. Prima di iniziare a scrivere, è sempre molto utile fare una scaletta di quello che si vuole dire, selezionare gli argomenti e metterli poi in fila nell’ordine corretto, così che abbiano una sequenza logica.

Ma non è finita qui!

scrivania fogli brutta copia

5 consigli per scrivere un tema da dieci e lode!

  1. No alle frasi troppo lunghe
    Le frasi infinite e complesse non piacciono a nessuno. Se ti accorgi che il periodo che stai scrivendo è troppo lungo, spezzalo! Puoi usare il punto o i due punti. L’importante è facilitare la lettura e rendere il testo scorrevole, in modo che chi lo sta leggendo non debba tornare tre volte sulla stessa frase per capirne il senso.
  2. Sì al dizionario dei sinonimi e dei contrari
    Possedere un vocabolario ampio è un obiettivo perfettamente raggiungibile, ma anche ai migliori ogni tanto serve una mano. Quando quella parola proprio non ti viene, appoggiarsi al dizionario dei sinonimi è sempre una buona scelta.
  3. Sì al double check
    Dimenticare come si scrive una parola, se ha le doppie oppure no o se il plurale va con o senza i, è una cosa molto comune. Controllare bene di aver scritto le parole correttamente prima di consegnare il tema è basilare: dimostra cura e attenzione per le parole e voglia di migliorarsi sempre.
  4. Sì alla brutta copia
    Scrivere un testo direttamente in bella copia non è mai una bella idea. Meglio fare la brutta copia in cui includere anche la scaletta e gli appunti che ti vengono in mente, per poi riportare tutto in modo ordinato sulla copia da consegnare.
  5. No all’andare fuori tema
    Prenditi del tempo per leggere e capire la consegna. Puoi scrivere un tema bellissimo, ma se non è quello che l’insegnante aveva chiesto, sarà difficile ottenere un bel voto. Cerca di capire bene quello che ti viene chiesto e di non andare troppo fuori argomento.

Per scrivere ci vuole tempo

È un duro lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare.

Scrivere richiede tempo, non è una cosa che si fa in due minuti. No, nemmeno un testo breve. Anzi, spesso è molto più difficile sintetizzare dei concetti che espanderli e il lavoro di lima può essere molto laborioso e impegnativo.

Non focalizzarti sulla lunghezza, ma punta sempre sulla qualità del contenuto. A volte in un contenuto breve ci sono informazioni più chiare che in uno lungo. Le frasi sono più snelle e il testo scorre meglio. In una parola: si fa leggere.

Inoltre, ricordati di organizzare bene il tuo tempo in modo da non dover correre alla fine perché lo hai perso in precedenza. Ci vuole un po’ di allenamento, ma poi vedrai che sarà semplice.

Ora che ti abbiamo svelato un po’ di trucchi per un buon tema di italiano, hai voglia di svelarcene qualcuno tu?

Ti aspettiamo nei commenti su Facebook!

CONTATTACI

Per maggiori informazioni sui nostri corsi di diploma e sul recupero anni scolastici.