Blog

Fact-checking contro le fake news

Fact-checking contro le fake news

13 aprile 2021

Che cos’è il fact checking perché è importante saperlo mettere in pratica.

Nell’epoca dell’iperconnessione, sempre più spesso l’opinione pubblica è influenzata da quello che passa in rete. Le informazioni viaggiano a una velocità impensabile fino a pochi anni fa, diffondendosi in poche ore e propagandosi anche grazie a bot automatici e dando solitamente vita ad un’unica cosa: la disinformazione!

Ora, se siamo certi che tu abbia familiarità col termine “Fake news”, siamo pronti a scommettere che tu ne abbia meno con quello di “Fact checking”, abbiamo ragione?

C’era una volta il web

Il web è un posto meraviglioso: pensiamo che tutti possiamo affermare che in qualche modo abbia cambiato le nostre vite. In rete ormai troviamo tutto: è un posto in cui possiamo socializzare, comprare, vendere, imparare e informarci (come su blog tipo questo!)

Ed è proprio l’ultimo punto quello che vogliamo prendere in esame oggi, perché se è vero che Internet pullula di informazioni, è vero altrettanto che le informazioni potrebbero essere non sempre corrette o verificateCome mai accade questo?

Il web è uno spazio libero, in cui ognuno ha la possibilità di poter esprimere la propria opinione o di ricondividere quella di altri. Spesso però questo avviene sull’onda dell’entusiasmo o in situazioni che coinvolgono molto emotivamente e si dimentica un passaggio importantissimo: verificare la veridicità dei fattiMa perché è così importante verificare bene quello che scriviamo?

studente controlla fonti studio scuola

La verifica dei fatti come strumento contro la disinformazione

Beh, nell’era dei webeti (per citare Mentana, eventuali approfondimenti qui), verificare che le informazioni che circolano in rete siano corrette e non bufale o leggende metropolitane è fondamentale per essere certi di ricevere la risposta corretta a quello che si sta cercando e per poterlo poi eventualmente riportare in un altro contesto.

Ed è qui che entra in gioco il fact checking - letteralmente la verifica dei fatti - ossia il lavoro di accertamento degli avvenimenti citati e dei dati che vengono diffusi. È una pratica che si applica principalmente nell’ambito della politica, ma sempre di più sta prendendo piede anche all’interno delle notizie diffuse dai mezzi di comunicazione e dai social network.

Chi si occupa di fare fact checking

Uno dei principali problemi relativi a questa pratica, spesso dispendiosa in termini di tempo, è che la smentita non ha mai la stessa risonanza e visibilità della notizia falsa.

La verifica dei fatti ha lo scopo di portare allo scoperto eventuali errori, imprecisioni o vere e proprie bufale, determinando la veridicità e la correttezza delle affermazioni ed è condotta con lo scopo arginare questo fenomeno impegnandosi in un costante lavoro di fact checking. Negli anni sono nati numerose iniziative che si sono fatte carico di questo compito, tra tutti citiamo il sito di Pagella Politica, forse il più famoso in Italia. Si occupano di fact checking anche i giornalisti e sempre più spesso i comuni cittadini interessati a diffondere o riportare notizie corrette.

Ma se il fact checking ci insegna a verificare i fatti… chi verifica che le cose etichettate come controllate siano davvero tali?

Il fact checking del fact checking

È una domanda piuttosto complessa a cui è difficile dare risposta. Di fatto nessuno ci può dire con certezza che le cose indicate come verificate lo siano veramente e nel modo corretto.

Quello che è utile fare in questi casi è applicare il buon vecchio metodo di ricerca: leggere più fonti possibili e confrontarle.

Di fatto, comunque, prima di diffondere una notizia sarebbe bene tenere a mente questi cinque princìpi:

  • ●   L’impegno all’imparzialità e alla correttezza
  • ●   L’impegno alla trasparenza nelle fonti
  • ●   L’impegno alla trasparenza nei finanziamenti e nell’organizzazione
  • ●   L’impegno alla trasparenza nella metodologia
  • ●   L’impegno a correggere i propri errori in modo aperto e onesto

Non è così impossibile, no?

Spesso imparare a verificare le fonti e i fatti è una pratica che si impara a scuola superiore, sia attraverso le ricerche che attraverso lo studio. Molte volte si dice che imparare a fare ricerca nel modo corretto sarà utile agli studenti nel mondo universitario e poi nel mondo del lavoro. E non solo in queste occasioni: nella nostra esperienza, la ricerca e verifica delle fonti ti servirà per essere in grado di argomentare le tue opinioni e per sviluppare il tuo pensiero critico.

Per questo i nostri docenti insegnano un metodo di studio grazie al quale imparerai a scegliere e utilizzare le fonti per sostenere ed argomentare le tue tesi.

Ti abbiamo incuriosito?  Vieni a trovarci e scopriamo assieme se le nostre proposte sono quelle che fanno per te!

 

CONTATTACI

Per maggiori informazioni sui nostri corsi di diploma e sul recupero anni scolastici.